Eventi e iniziative

in corso

tutti

 

IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE DI “UN’ESTATE A PALERMO” DI ALESSANDRO DE LISI

Il messaggio di Maria Falcone

In occasione della presentazione del libro "Un'estate a Palermo", trasmessa via streaming mercoledì sera, la Professoressa Maria Falcone, sorella di Giovanni nonché Presidente della Fondazione Falcone ha inviato al Consorzio Villa Greppi il seguente messaggio:

“Carissime e carissimi amici, presidente Marta Comi,

il drammatico momento che stiamo vivendo e le limitazioni che l’emergenza sanitaria ci impone mi hanno impedito di essere con voi questa sera. Me ne rammarico molto perché, specie in questa occasione, sarebbe stato importante essere lì, guardarsi negli occhi, discutere. E non solo attraverso il monitor di un pc. Ma le regole, lo sappiamo bene, vanno rispettate.

L’idea che questa sera, in una realtà geograficamente così distante si parli, attraverso il libro di Alessandro de Lisi, della Palermo degli anni del sangue, dell’isolamento che viveva chi si era schierato contro la mafia, di uno Stato che non aveva scelto ancora da che parte stare, mi conferma che davvero tantissima strada è stata fatta. Dal punto di vista della repressione, ma soprattutto da quello culturale. La mafia di cui per decenni si è negata l’esistenza è sentita ormai come un’emergenza non solo nazionale, ma europea. Da Palermo alla Brianza, dalla Sicilia a Rotterdam, crocevia di traffici di droga milionari, si è raggiunta la consapevolezza del problema. E che abbiate sentito l’esigenza di discutere del bellissimo libro di Alessandro ne è la prova. La mafia non è più quella raccontata da fiction, pure meritorie, che rimandavano visioni di una realtà caricaturale, ai limiti dell’immaginario. La mafia è reale, è ovunque, fa affari, usa la corruzione, continua a isolare chi tenta di ribellarsi: in Sicilia come nella vostra Lombardia.

Quel che è cambiato, oltre all’impegno dello Stato che finalmente ha fatto la sua parte, però è l’approccio culturale. Libri come quello di Alessandro de Lisi, capaci di raccontare e suscitare emozioni, di rendere vicini luoghi e momenti tanto distanti svolgono un’opera fondamentale: quella della memoria. Far vedere cosa è stato perché non si ripeta più.

A noi, che gli anni bui del sangue mafioso li abbiamo vissuti, il libro ha fatto rivivere persone amate che in nome della giustizia hanno pagato un prezzo altissimo, uomini a cui non piaceva essere definiti eroi e che semplicemente hanno fatto ciò che dovevano. Le pagine scritte da Alessandro sono così dense e forti che a tratti, leggendole, abbiamo risentito gli odori e i suoni della Palermo più cupa. E dietro al capitano Farkas abbiamo visto i volti e sentito le voci di tanti servitori dello Stato costretti a far i conti con ostilità, inefficienze collusioni.

Ecco, mi sento di dire che Palermo da allora è cambiata. Non che Cosa nostra sia vinta, ma la città ha reagito, e, soprattutto, i giovani hanno consapevolezze impensabili fino a 20 anni fa.

Spero che il percorso che noi, con tanto dolore e sacrifici, abbiamo fatto possa essere esempio per tutte le realtà in cui l’illegalità tenta di mettere radici e lucrare. Sono certa che eventi come quello di stasera sapranno illuminare la strada, spazzare via l’alibi che il Male è altrove. Il Male, ce lo dicono le indagini, è a due passi da noi. Quel che serve è individuarlo e non girarsi dall’altra parte.

Grazie e buon dibattito”

News
News

 

Sospensione temporanea degli eventi

AVVISO

Avvisiamo che per riorganizzare gli appuntamenti culturali in ottemperanza alle indicazioni del DPCM del 24 Ottobre 2020, gli eventi di questa settimana sono temporaneamente sospesi. Saranno riprogrammati a breve con le modalità previste dalle disposizioni normative in vigore. Seguiteci per restare aggiornati.

News
News

LA VILLA DI DELIZIA
E LE STRUTTURE ACCESSORIE

Centro e simbolo del Consorzio Brianteo è la neoclassica villa padronale costruita per volere del conte Giacomo Greppi all’inizio dell’800, una tipica villa di delizia, teatro dei lunghi periodi di villeggiatura dell’intera famiglia.
Oltre al parco sono oggi disponibili per le attività consortili: il granaio, con uno spazio espositivo, una sala polivalente, uno spazio seminterrato, le scuderie con aule e sale per riunioni, la palazzina uffici.

leggi di più

Voci della Storia

Conferenza di Daniele Frisco

EVENTO TEMPORANEAMENTE SOSPESO – FESTA MOBILE: LA PARIGI TRA LE DUE GUERRE (1920-1940)

sabato 31 Ottobre 2020
ore 17.00
Sirtori (LC)

• AVVISIAMO CHE LA CONFERENZA È TEMPORANEAMENTE SOSPESA. STIAMO LAVORANDO PER RIPROGRAMMARLA NEL RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI NORMATIVE IN VIGORE.

Un viaggio in sette tappe nella storia del Novecento, dalla Vienna di inizio secolo alla Sarajevo degli anni Novanta. Nell’ambito del progetto Voci della Storia, il Consorzio Brianteo Villa Greppi propone un ciclo di dieci conferenze dedicato a sette città europee – Vienna, Berlino, Parigi, Varsavia, Praga, Londra e Sarajevo – raccontate in un momento fondamentale della loro storia novecentesca. Si tratta di anni in cui dal punto di vista artistico, culturale e politico sono diventate, nel bene o nel male, il centro simbolico dell’Europa.

Un racconto cronologico a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco, alla scoperta di momenti di gloria che, in molti casi, hanno però coinciso con una sorta di canto del cigno, periodo di incredibile sviluppo prima di una rovinosa caduta causata dagli eventi drammatici del Secolo Breve.

In programma per sabato 31 ottobre, nell’Aula Magna Niso Fumagalli di Sirtori, la conferenza dal titolo “FESTA MOBILE: LA PARIGI TRA LE DUE GUERRE (1920-1940)“, che racconta la Parigi dei decenni tra le due guerre mondiali: una città in grado di attrarre scrittori e artisti da tutto il mondo, che proprio qui trovano un rifugio di libertà, un riparo per fuggire dal puritanesimo americano e dai regimi autoritari europei. Uno straordinario punto di ritrovo per tutti gli scrittori emergenti della letteratura americana e appartenenti a quella che la critica letteraria Gertrude Stein ha definito Generazione Perduta. Un mondo in cui queste personalità cercano un’ispirazione tra una festa e un drink nei locali di Montparnasse e che verrà cancellato, nel 1940, dall’occupazione nazista della città.

_______________________________

Si avvisa il gentile pubblico che nel rispetto delle disposizioni per il contrasto alla diffusione del Covid-19 il numero dei posti disponibili è limitato, si consiglia dunque di arrivare con anticipo. L’accesso agli eventi è consentito solo con mascherina e previa misurazione della temperatura e igienizzazione delle mani.

Aula Magna Niso Fumagalli
Via Pineta, 1
Sirtori

guarda sulla mappa >

Cultura
scarica il depliant
ingresso libero
Cultura

Villa Greppi per l’Arte

Conferenza di Simona Bartolena

RIVOLUZIONE AL FEMMINILE

Le donne nelle Avanguardie Russe di inizio Novecento

giovedì 5 Novembre 2020
ore 21.00
Briosco (MB)

Nell’ambito del progetto Villa Greppi per l’Arte, Conferenze d’autunno è un calendario di incontri dedicati alle più significative mostre del panorama espositivo attuale, come sempre a cura della studiosa d’arte nonché consulente per le arti visive del Consorzio Villa Greppi Simona Bartolena. Un cartellone composto da tre conferenze, pensato per offrire validi strumenti per approfondire e conoscere artisti e correnti e per avvicinare i cittadini al mondo dell’Arte.

Il titolo dell’incontro di giovedì 5 novembre 2020 alle 21 è RIVOLUZIONE AL FEMMINILE. Le donne nelle Avanguardie Russe di inizio Novecento. La conferenza è promossa in occasione della mostra Divine Avanguardie, allestita a Palazzo Reale di Milano.


Ingresso libero a tutte le conferenze.
Si avvisa il gentile pubblico che nel rispetto delle disposizioni per il contrasto alla diffusione del Covid -19 il numero dei posti disponibili è limitato, si consiglia dunque di arrivare con anticipo e di prenotare tramite email scrivendo ad attivitaculturali@villagreppi.it.
L’accesso agli eventi è consentito solo con mascherina e previa misurazione della temperatura e igienizzazione delle mani.

> Scopri di più su Villa Greppi per l’Arte

> Sfoglia il pieghevole della rassegna

Sala consiliare
Via Roma n. 4
Briosco

guarda sulla mappa >

Arte
scarica il depliant
ingresso libero
Arte

Casate, 18 settembre 1873, giovedì sera

“Nelle ultime ventiquattr’ore il fatto da ricordare è una scossa di terremoto, jeri sera alle 8.
Io ho sentito niente. Ma Lorenzo è sceso dalla sua camera molto agitato, gli parve una scossa sul serio. Anche Maria grida Terremoto! Gli altri invece si stringono nelle spalle, sarà ma non se ne sono accorti. Continua il bel tempo, ma un bel tempo ch’è qualche cosa più di bello: se ne parla come di un fatto strano, e si sta lì a vedere la Brianza col Sole, come si guarderebbe un quadro famoso di autore.

Alessandro Greppi

vai al Fondo Greppi

Voci della Storia

Conferenza di Daniele Frisco

IL MONDO DI IERI: LA GRANDE VIENNA DI FINE IMPERO (1900-1914)

sabato 7 Novembre 2020
ore 17.00
Sovico (MB)

Un viaggio in sette tappe nella storia del Novecento, dalla Vienna di inizio secolo alla Sarajevo degli anni Novanta. Nell’ambito del progetto Voci della Storia, il Consorzio Brianteo Villa Greppi propone un ciclo di dieci conferenze dedicato a sette città europee – Vienna, Berlino, Parigi, Varsavia, Praga, Londra e Sarajevo – raccontate in un momento fondamentale della loro storia novecentesca. Si tratta di anni in cui dal punto di vista artistico, culturale e politico sono diventate, nel bene o nel male, il centro simbolico dell’Europa.

Un racconto cronologico a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco, alla scoperta di momenti di gloria che, in molti casi, hanno però coinciso con una sorta di canto del cigno, periodo di incredibile sviluppo prima di una rovinosa caduta causata dagli eventi drammatici del Secolo Breve.

In programma per sabato 7 novembre, nella Sala Civica Aldo Moro di Sovico, la conferenza dal titolo “IL MONDO DI IERI: LA GRANDE VIENNA DI FINE IMPERO (1900-1914)”, che racconta il fermento culturale della Vienna di inizio Novecento, capitale imperiale in grado di portare grandi innovazioni nella cultura europea, dall’arte alla letteratura, dalla scienza alla musica, dalla filosofia alla politica. Un clima intellettuale incredibile, che si innesta in una città in cui la cultura ha sempre avuto un posto di primo piano ma che contemporaneamente precede la fine di un mondo: quello asburgico.

_______________________________

Si avvisa il gentile pubblico che nel rispetto delle disposizioni per il contrasto alla diffusione del Covid-19 il numero dei posti disponibili è limitato, si consiglia dunque di arrivare con anticipo. L’accesso agli eventi è consentito solo con mascherina e previa misurazione della temperatura e igienizzazione delle mani.

Biblioteca Civica S. Quasimodo,
Viale Brianza 4
Sovico

guarda sulla mappa >

Cultura
scarica il depliant
ingresso libero
Cultura

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

In pochi secondi ci potrai dare informazioni utili per
per tenerti puntualmente informato sulle nostre attività,
gli eventi, i concerti, gli spettacoli, i corsi…

inserisci qui i tuoi dati

Avvisi e news amministrative

Avvisi e news amministrative

Avvisi e news amministrative

Vivere Villa Greppi

Percorso guidato

A PIEDI, IN BRIANZA CON ALESSANDRO GREPPI

Da Villa Greppi ai boschi della valle del Pegorino

domenica 8 Novembre 2020
ore 9.00
Monticello Brianza (LC)

Villa Greppi è un luogo speciale, un luogo con una lunga storia tracciata da persone diverse, che hanno vissuto questo posto intensamente. Il parco, la villa, le pertinenze rustiche custodiscono memoria di quello che furono e serbano il fascino di epoche passate. I segni del tempo sui muri e l’eleganza dei giardini si uniscono, dando vita a un’atmosfera dalla grande forza evocatrice.

Dedicata a questo luogo e alla sua storia e curata dall’associazione Brig – cultura e territorio, la rassegna “Vivere Villa Greppi. I disegni. La villa. Il territorio vuole essere lo strumento per avvicinare il pubblico all’incanto di Villa Greppi, aprendo finestre sulle diverse “stanze” del suo passato, con appuntamenti serali dedicati al racconto storico, che vedono per protagonista non solo la residenza, ma anche il territorio in cui si trova, la Brianza. Completa il progetto un calendario di percorsi guidati a piedi, ispirati alle testimonianze di Alessandro Greppi, che ne ha raccontato nei suoi diari e che spesso ne ha raffigurato le bellezze naturalistiche e artistiche nelle sue opere.

In programma per domenica 8 novembre alle 9 il percorso guidato A PIEDI, IN BRIANZA CON ALESSANDRO GREPPI. Da Villa Greppi ai boschi della valle del Pegorino.

_________________________________________

Per partecipare ai percorsi guidati è obbligatoria la prenotazione scrivendo a attivitàculturali@villagreppi.it entro le ore 12 del venerdì precedente.
I percorsi saranno effettuati con un minimo di 15 partecipanti (max 30). Sono indispensabili scarpe da cammino.

L’accesso agli eventi è consentito solo con mascherina e previa misurazione della temperatura e igienizzazione delle mani.

L’ingresso è libero

Villa Greppi
via Monte Grappa, 21
Monticello Brianza

guarda sulla mappa >

Cultura
scarica il depliant
ingresso libero
Cultura

Villa Greppi per l’Arte

La poesia muta

Vincent van Gogh. Campo di grano con corvi

martedì 10 Novembre 2020
ore 17.30
Verano Brianza (MB)

Nell’ambito del progetto Villa Greppi per l’Arte, torna La poesia muta, il corso promosso dal Consorzio Brianteo Villa Greppi con l’intento di presentare e approfondire un’opera d’arte a ogni incontro, scegliendola tra i più grandi capolavori di tutti i tempi.

Attraverso l’analisi dell’opera e il racconto della biografia dell’artista, la consulente per le arti visive del Consorzio Simona Bartolena indaga i motivi della sua importanza e celebrità e contestualizza il momento storico-artistico in cui è stata creata. Sei appuntamenti in tutto, suddivisi tra i comuni di Cassago Brianza (dal 13 al 27 ottobre 2020) e Verano Brianza (dal 10 al 24 novembre 2020).

Martedì 10 novembre alle 17.30 si parla di “Campo di grano con corvi” di Vincent van Gogh, opera realizzata nel 1890 ed esposta al Rijksmuseum di Amsterdam.


Il corso è gratuito.
Si avvisa il gentile pubblico che nel rispetto delle disposizioni per il contrasto alla diffusione del Covid -19 il numero dei posti disponibili è limitato, si consiglia dunque di arrivare con anticipo e di prenotare tramite email scrivendo ad attivitaculturali@villagreppi.it.
L’accesso agli eventi è consentito solo con mascherina e previa misurazione della temperatura e igienizzazione delle mani.

> Scarica il programma del corso

Teatro dell’Istituto Comprensivo
Via A. Manzoni n.8
Verano Brianza

guarda sulla mappa >

Arte
scarica il depliant
ingresso libero
Arte

Voci della Storia

Conferenza di Daniele Frisco

LA CITTÀ NOVECENTO. VARSAVIA 1935-1945

DA CAPITALE DELL’EBRAISMO EUROPEO A SIMBOLO DELLA GUERRA MONDIALE

sabato 14 Novembre 2020
ore 17.00
Barzago (LC)

Un viaggio in sette tappe nella storia del Novecento, dalla Vienna di inizio secolo alla Sarajevo degli anni Novanta. Nell’ambito del progetto Voci della Storia, il Consorzio Brianteo Villa Greppi propone un ciclo di dieci conferenze dedicato a sette città europee – Vienna, Berlino, Parigi, Varsavia, Praga, Londra e Sarajevo – raccontate in un momento fondamentale della loro storia novecentesca. Si tratta di anni in cui dal punto di vista artistico, culturale e politico sono diventate, nel bene o nel male, il centro simbolico dell’Europa.

Un racconto cronologico a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco, alla scoperta di momenti di gloria che, in molti casi, hanno però coinciso con una sorta di canto del cigno, periodo di incredibile sviluppo prima di una rovinosa caduta causata dagli eventi drammatici del Secolo Breve.

In programma per sabato 14 novembre, nell’Aula Civica di Barzago, la conferenza dal titolo “LA CITTÀ NOVECENTO. VARSAVIA 1935-1945: DA CAPITALE DELL’EBRAISMO EUROPEO A SIMBOLO DELLA GUERRA MONDIALE“, che racconta il clima politico, intellettuale e artistico della Varsavia tra le due guerre, con particolare attenzione alla sua comunità ebraica, la più grande d’Europa. Un mondo protagonista della cultura polacca ed europea, scomparso con il secondo conflitto mondiale. Si parlerà, quindi, dei cambiamenti avvenuti alla fine degli anni Trenta, della città durante l’occupazione nazista e del suo essere divenuta drammatico simbolo della guerra mondiale e, più in generale, dell’intero Novecento.

_______________________________

Si avvisa il gentile pubblico che nel rispetto delle disposizioni per il contrasto alla diffusione del Covid-19 il numero dei posti disponibili è limitato, si consiglia dunque di arrivare con anticipo. L’accesso agli eventi è consentito solo con mascherina e previa misurazione della temperatura e igienizzazione delle mani.

Aula Civica
via C. Cantù, 4
Barzago

guarda sulla mappa >

Cultura
scarica il depliant
ingresso libero
Cultura