Tracce della Storia

“Il passato è fruttuoso non quando serve a nutrire il risentimento o il trionfalismo ma quando il suo gusto amaro ci porta a trasformarci” (Tzvetan Todorov)

 

Tracce della Storia è un progetto ideato e curato dal consulente storico del Consorzio Brianteo Villa Greppi Daniele Frisco e dedicato alla promozione della Storia. Conferenze, proiezioni di film, spettacoli, incontri con storici, scrittori e testimoni aiutano a comprendere più da vicino avvenimenti passati capaci di interrogare il mondo contemporaneo. Un approccio che si apre alle produzioni culturali e che partendo da epoche e vicende diverse – spesso proposte in occasione di particolari ricorrenze – vuole offrire chiavi di lettura utili per capire problematiche legate all’attualità.

La direzione scientifica e la progettazione delle proposte sono affidate al consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

Dal 2 al 19 giugno 2022

1992-2022. La guerra in casa

Trent’anni dall’inizio dell’assedio di Sarajevo

La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

> Scarica il pieghevole della rassegna

Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

La rassegna rientra nell’iniziativa “L’estate di Villa Greppi”

Lungo il confine orientale

 

Due serate Lungo il confine orientale italiano, in compagnia di importanti storici come Raoul Pupo ed Enrico Miletto. In occasione del Giorno del Ricordo – ricorrenza istituita dal Parlamento italiano con la Legge N. 92 del 30 marzo 2004 e in memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra (1943-1945) e della più complessa vicenda del confine orientale – il Consorzio Brianteo Villa Greppi organizza due incontri volti a ripercorrere la storia di lungo periodo di un travagliato territorio di confine. Due serate in programma per l’1 febbraio alle 20.45 a Correzzana e il 16 febbraio alle 21 a Casatenovo.

> Scarica il pieghevole di “Lungo il confine orientale”

Ciclo di conferenze

Il Novecento delle città europee

Un viaggio in sette tappe nella storia del Novecento, dalla Vienna di inizio secolo alla Sarajevo degli anni Novanta. Nell’ambito del progetto Tracce della Storia, il Consorzio Brianteo Villa Greppi propone un ciclo di dieci conferenze dedicato a sette città europee – Vienna, Berlino, Parigi, Varsavia, Praga, Londra e Sarajevo – raccontate in un momento fondamentale della loro storia novecentesca. Si tratta di anni in cui dal punto di vista artistico, culturale e politico sono diventate, nel bene o nel male, il centro simbolico dell’Europa.

Un racconto cronologico, alla scoperta di momenti di gloria che, in molti casi, hanno però coinciso con una sorta di canto del cigno, periodo di incredibile sviluppo prima di una rovinosa caduta causata dagli eventi drammatici del Secolo Breve.

Conferenze a cura del Dott. Daniele Frisco

> Scarica il pieghevole della rassegna

I video di tutte le conferenze del ciclo “Il Novecento delle città europee” sono disponibili previa richiesta all’indirizzo info@villagreppi.it

ARCHIVIORassegna 2019

Giù dal Muro

30° anniversario della caduta del Muro di Berlino

Il 9 novembre del 1989 cadeva il Muro di Berlino, per anni simbolo di separazione per una città e una nazione, barriera invalicabile che per decenni ha concretamente rappresentato la divisione dell’Europa e del mondo in due blocchi. In quella notte di novembre migliaia di persone di Berlino Est hanno potuto riabbracciare i loro concittadini dell’Ovest, in una serata che tutti gli europei ricordano come uno degli avvenimenti più importanti della loro storia recente. A trent’anni di distanza, il Consorzio Brianteo Villa Greppi ha promosso nei suoi comuni Giù dal muro, una rassegna pensata per approfondire dal punto di vista storico e culturale diverse tematiche legate alle vicende di Berlino, della Germania e del mondo oltrecortina, dalla conclusione della seconda guerra mondiale fino agli anni Novanta. Un ciclo di 14 incontri dal taglio multidisciplinare: un percorso cronologico, che attraverso conferenze di scrittori, studiosi e giornalisti, presentazioni di libri e proiezioni di film – tutte fruibili singolarmente – ha attraversato la storia della Germania e dell’Europa della seconda metà del Novecento. Accanto agli ospiti di prestigio, ciascuno dei quali ha offerto un particolare e diverso sguardo sui fatti, il cartellone ha incluso anche tre conferenze introduttive dedicate alla storia della Germania e della sua capitale.

Tra gli ospiti lo scrittore e saggista Francesco M. Cataluccio, i giornalisti Ugo Tramballi e Andrea Pipino, il musicista e scrittore Massimo Zamboni e il campione di Poetry Slam Simone Savogin.

Direzione scientifica a cura del Dott. Daniele Frisco.

> Scarica il volantino con il programma dettagliato

Eventi conclusi 2022

  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    BALKAN EXPRESS

    domenica 19 Giugno 2022
    ore 18.30
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per domenica 19 giugno alle 18.30 il concerto conclusivo: BALKAN EXPRESS. Dal nome del celebre treno che collegava Vienna a Istanbul, un viaggio da occidente a oriente attraverso il ritmo crocco di musiche balcaniche.

    Con: Armando Illario (voce e fisarmonica), Giulia Taccagni (voce e percussioni), Massimo Latronico (chitarra e lauto), Carmelo Colajanni (clarinetto, duduk, nay) e Andrea Quaglia (contrabbasso).

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    LA CICALA DI BELGRADO

    Con Marina Lalović

    domenica 19 Giugno 2022
    ore 17.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per domenica 19 giugno alle 17 l’incontro con la giornalista Marina Lalović, autrice del libro “LA CICALA DI BELGRADO” (Bottega Errante Edizioni). Nata a Belgrado, dal 2000 Marina Lalović vive in Italia e attualmente è parte della redazione esteri di Rainews24, oltre a collaborare con Radio Rai 3. In questo libro ripercorre, tra ricordi e attualità, i quartieri della sua città. Una riscoperta, anche per lei, di quei luoghi lasciati poco prima della caduta del regime di Milošević: un itinerario fatto di musica, cibo, piazze, personaggi, bombardamenti, quotidianità, sempre a cavallo tra lucidità e malinconia, tra razionalità e affetto.

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    IL DESTINO DELL’UCRAINA. IL FUTURO DELL’EUROPA

    Con Simone Attilio Bellezza

    sabato 18 Giugno 2022
    ore 17.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per sabato 18 giugno alle 17 l’incontro con lo storico Simone Attilio Bellezza, autore del libro “IL DESTINO DELL’UCRAINA. IL FUTURO DELL’EUROPA” (Scholé). Ricercatore di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze sociali dell’Università di Napoli Federico II, in questo libro, uscito a inizio anno, Simone Attilio Bellezza anticipava i rischi di un’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia. Un volume che aiuta a capire le dinamiche che hanno portato all’escalation del conflitto, risalendo al rapporto dell’Ucraina con l’Impero russo, l’Unione sovietica poi e l’attuale Federazione russa e ripercorrendo il processo di democratizzazione ed europeizzazione avviato dal governo di Kyïv. Pagine che guardano non solo agli equilibri della geopolitica, ma anche e soprattutto all’evoluzione storica dell’Ucraina post-sovietica.

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    CAPIRE I BALCANI OCCIDENTALI. Dagli accordi di Dayton ai giorni nostri

    Con Martina Napolitano e Giustina Selvelli

    venerdì 17 Giugno 2022
    ore 21.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per venerdì 17 giugno alle 21 l’incontro con Martina Napolitano e Giustina Selvelli, curatrice e coautrice del libro “CAPIRE I BALCANI OCCIDENTALI. Dagli accordi di Dayton ai giorni nostri” (Bottega Errante Edizioni). In questo volume, ricercatori e giornalisti che da anni si occupano della penisola balcanica tracciano una panoramica ricca e aggiornata delle caratteristiche e dei fenomeni che hanno caratterizzato i Balcani Occidentali a partire dal 1995, anno degli accordi di Dayton.

    Docente di lingua russa e traduzione all’università di Trieste, traduttrice e giornalista, Martina Napolitano collabora regolarmente con Osservatorio Balcani e Caucaso e ha da poco lanciato il progetto Meridiano 13, un portale di approfondimento su tematiche socio-culturali legate all’Europa centrale e orientale.

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    INCONTRO CON MARIO BOCCIA

    Fotografie dall'assedio

    domenica 12 Giugno 2022
    ore 17.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per domenica 12 giugno alle 17 l’incontro con il fotografo Mario Boccia, qui in dialogo con Daniele Frisco. Mario Boccia, che lo scorso aprile ha ricevuto la medaglia d’oro della città di Sarajevo, è uno dei fotografi che meglio di tutti hanno documentato dall’interno gli anni dell’assedio, tanto che i suoi scatti saranno esposti in maniera permanente al Museo Storico della Bosnia Erzegovina. Durante la serata verranno proiettate alcune delle sue celebri fotografie, per l’occasione commentate dallo stesso autore. Un modo per ricostruire gli anni dell’assedio attraverso lo sguardo di un osservatore che ha amato e vissuto Sarajevo nel suo momento più drammatico.

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    FAN FATH AL

    Fanfara balcanica

    sabato 11 Giugno 2022
    ore 21.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per sabato 11 giugno alle 21 la fanfara balcanica FAN FATH AL.

    Metallo vibrante, ritmi infuocati e scomposti, melodie dense di passione che raccontano storie di amore e morte: un’immersione nei suoni e nelle armonie in un viaggio verso luoghi opposti, ma vicini, lontani e interiori.

    Con: Luca Grazioli (tromba), Giacomo Bertazzoni (sax contralto), Simone Cocina (eufonio), Arturo Monico (trombone), Alberto Introini (bassotuba), Emanuele Cossu (tapan) e Stefano Aresi (bombardino).

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    INCONTRO CON AZRA NUHEFENDIĆ

    giovedì 9 Giugno 2022
    ore 21.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per giovedì 9 giugno alle 21 l’incontro con Azra Nuhefendić, qui in dialogo con Daniele Frisco.  Giornalista di origine bosniaca, dal 1995 vive e lavora a Trieste. Dopo aver scritto per il noto quotidiano Oslobodjenje di Sarajevo, negli anni Ottanta si è trasferita a Belgrado, dove ha lavorato per la radio e la TV fino allo scoppio della guerra. Ha vinto numerosi e prestigiosi riconoscimenti per l’attività giornalistica svolta e oggi collabora con il quotidiano Il Piccolo ed è corrispondente per Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa. Durante la serata racconterà l’atmosfera della Sarajevo degli anni Ottanta e la vita nei mesi che hanno preceduto la guerra e l’assedio della capitale bosniaca.

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    Il genocidio

    Presentazione del libro di Marcello Flores

    martedì 7 Giugno 2022
    ore 21.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per martedì 7 giugno alle 21 l’incontro con lo storico Marcello Flores, autore del libro “Il genocidio” (Il Mulino). Già docente di Storia contemporanea e Storia comparata all’Università di Siena, dove ha diretto il Master europeo in Human Rights and Genocide Studies, in questo saggio Marcello Flores analizza il significato di un termine utilizzato per la prima volta nel 1944 e ancora oggi controverso, nonostante il diritto internazionale con la Convenzione del 1948 ne abbia sancito il significato. Un volume che parte dalla Shoah e che affronta i genocidi degli anni Novanta in Ruanda e Bosnia e del XXI secolo, interrogandosi sulla possibilità di definire genocidi i massacri avvenuti nella storia e mostrando il carattere fondamentalmente politico oltre che giuridico di quello che Churchill chiamò, prima dell’invenzione del termine, il «crimine senza nome». Un incontro per comprendere la specificità del termine, anche in relazione al suo frequente utilizzo oggi.

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    GLI ULTIMI GIORNI DELL’UMANITÀ

    Conferenza di Daniele Frisco

    lunedì 6 Giugno 2022
    ore 21.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per lunedì 6 giugno alle 21 la conferenza a cura del direttore scientifico Daniele Frisco dal titolo “GLI ULTIMI GIORNI DELL’UMANITÀ”. Una conferenza introduttiva per fornire elementi utili a comprendere i temi che saranno trattati nel corso della rassegna: un viaggio nella complessa storia jugoslava e bosniaca, tra politica, cultura e mito. Nel corso della serata saranno approfonditi alcuni eventi che hanno cambiato la storia europea e che incredibilmente, a distanza di trent’anni, sembrano ripresentarsi nel cuore del continente.

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    LAUTAREA

    In concerto

    giovedì 2 Giugno 2022
    ore 18.30
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per giovedì 2 Giugno alle 18.30 il concerto aperitivo con LAUTAREA. Liuti, saz, bouzouki, fisarmonica e percussioni ci guidano attraverso un itinerario per orientarsi nella stupefacente ricchezza e varietà delle espressioni musicali balcaniche.

    Argitikos (Grecia)
    Ajde Jano (Serbia)
    Gankino (Bulgaria)
    Patrounino (Grecia)
    Yovano Yovanke (Serbia)
    Milo mou kokkino (Grecia)
    Bucimis (Bulgaria)

    Con: Carmelo Siciliano (bouzouki, lauto, saz e voce), Armando Illario (fisarmonica, percussioni, chitarra e pianoforte), Sergio Pugnalin (voce, saz, baglama, liuto).

    > Sfoglia il programma online

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    Shooting in Sarajevo

    Mostra fotografica

    dal 2 al 19 Giugno 2022
    ore 17.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    LA MOSTRA

    Da giovedì 2 a domenica 19 giugno

    SHOOTING IN SARAJEVO A cura di Roberta Biagiarelli e Luigi Ottani

    A trent’anni di distanza dall’inizio dell’assedio più lungo della storia recente, il fotografo Luigi Ottani e l’attrice, autrice e documentarista Roberta Biagiarelli portano a Villa Greppi la mostra allestita lo scorso aprile lungo il tristemente celebre “Viale dei cecchini” di Sarajevo. Si tratta di “Shooting in Sarajevo”, un’esposizione nata dal progetto che dalla primavera del 2015 ha visto Ottani e Biagiarelli tornare negli stessi luoghi da cui i cecchini tenevano sotto assedio Sarajevo e i suoi abitanti, scattando da lì le fotografie oggi in mostra. Gli appartamenti di Grbavica, l’Holiday Inn, la caserma Maresciallo Tito, le postazioni di montagna sono divenuti il punto di vista ideale per perdersi nella mente di chi, da quegli stessi luoghi, inquadrava per uccidere. Sono stati giorni di attese, di passaggi di uomini, donne e bambini, aspettando che il soggetto, ignaro, arrivasse al centro del mirino per fermare il momento. Un progetto editoriale divenuto mostra e che, per gli autori, vuole essere un gesto di affetto per Sarajevo, per le vittime, per i sopravvissuti e per tutti coloro che ancora oggi si trovano in ostaggio in aree di conflitto.

    Orari: il sabato e la domenica dalle 15.30 alle 18.30 e in occasione di tutti gli appuntamenti della rassegna (a partire da un’ora prima dell’orario dell’evento). Altri orari su prenotazione.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    1992-2022. La guerra in casa

    INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA E PRESENTAZIONE DEL LIBRO “SHOOTING IN SARAJEVO”

    giovedì 2 Giugno 2022
    ore 17.00
    Monticello Brianza (LC)

    La guerra in casa, perché colpisce i civili, le loro abitazioni, la quotidianità. La guerra in casa, perché allora come oggi scoppia nella nostra casa comune europea. La guerra in casa, perché uccide, devasta e cancella l’anima di uno dei simboli della civilizzazione umana: la città. La guerra in casa, perché entra nella nostra vita attraverso i media e gli sguardi e le storie di uomini e donne costretti alla fuga.

    A distanza di trent’anni esatti dall’inizio, il 5 aprile del 1992, del lungo assedio di Sarajevo, prendiamo in prestito il titolo del libro di Luca Rastello per una rassegna di approfondimento dedicata proprio alle guerre jugoslave. Un percorso accompagnato, per tutta la sua durata, dalla mostra fotografica Shooting in Sarajevo, lo scorso aprile allestita proprio nella capitale della Bosnia Erzegovina e ora accolta nell’Antico Granaio di Villa Greppi, e fatto di incontri con storici, giornalisti e fotoreporter, per approfondire le guerre degli anni Novanta e rintracciarvi gli elementi utili a comprendere meglio ciò che accade nell’Europa contemporanea e in questa nuova guerra, scoppiata ancora una volta nel cuore del continente.

    In programma per giovedì 2 Giugno alle 17 l’incontro con Roberta Biagiarelli e Luigi Ottani, autori della mostra e del libro “Shooting in Sarajevo” (Bottega Errante Edizioni).
    L’idea di Luigi Ottani e Roberta Biagiarelli è stata quella di fotografare Sarajevo dagli stessi luoghi dai quali i cecchini hanno tenuto sotto assedio la città per 1.425 giorni tra il 1992 e il 1995. Ne è uscito un libro in cui le foto-polaroid sono accompagnate dai testi di due sarajevesi d’eccezione come Azra Nuhefendić e Jovan Divjak, del giornalista e scrittore Gigi Riva, cittadino onorario di Sarajevo, della stessa Biagiarelli, dello storico Carlo Saletti e del fotoreporter Mario Boccia.

    > Scopri di più sulla mostra allestita nell’Antico Granaio

    > Sfoglia il programma della rassegna

    Direzione scientifica a cura del consulente storico del Consorzio Villa Greppi Daniele Frisco.

    Antico Granaio di Villa Greppi
    via Monte Grappa, 21
    Monticello Brianza

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    Giorno del Ricordo

    Incontro con Enrico Miletto

    "Novecento di confine. L’Istria, le foibe, l’esodo"

    mercoledì 16 Febbraio 2022
    ore 21.00
    Casatenovo (LC)

    Due serate Lungo il confine orientale italiano, in compagnia di importanti storici come Raoul Pupo ed Enrico Miletto. In occasione del Giorno del Ricordo – ricorrenza istituita dal Parlamento italiano con la Legge N. 92 del 30 marzo 2004 e in memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra (1943-1945) e della più complessa vicenda del confine orientale – il Consorzio Brianteo Villa Greppi organizza due incontri volti a ripercorrere la storia di lungo periodo di un travagliato territorio di confine. Due serate in programma per l’1 febbraio alle 20.45 a Correzzana e il 16 febbraio alle 21 a Casatenovo, curate dal consulente storico del Consorzio Daniele Frisco e inserite nel progetto “Tracce della Storia”.

    In programma per il 16 febbraio alle 21 nella sala polifunzionale “La Colombina” di Casatenovo la conferenza del docente di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne dell’Università di Torino Enrico Miletto, autore del libro “Novecento di confine. L’Istria, le foibe, l’esodo” (Franco Angeli).

    La serata affronterà alcuni dei temi presenti in un volume che parte dalla convinzione che collocare gli eventi nel contesto in cui si snodano sia un’operazione essenziale per analizzare ogni processo storico, in modo particolare se il contesto in questione è quello del confine orientale d’Italia: territorio segnato da tensioni e conflitti e in cui si intrecciano irredentismi e nazionalismi. Un libro con cui Miletto consegna al lettore gli elementi necessari a comprendere la storia del lungo Novecento istriano: una storia nella quale le foibe e l’esodo della popolazione italiana rappresentano un aspetto drammatico, doloroso e tragico, ma non l’unico, in quella che appare come una tormentata pagina del Novecento italiano.

    Si avvisa il gentile pubblico che gli eventi saranno organizzati in sicurezza.
    Accesso consentito solo con green pass rafforzato e mascherina FFP2 in rispetto della normativa anti-covid. 

    Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

    Sala Polifunzionale “La Colombina”
    Piazza per la Pace (già Don Giovanni Sala)
    Casatenovo

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura
  • Tracce della Storia

    Giorno del Ricordo

    Incontro con Raoul Pupo

    "Adriatico amarissimo. Una lunga storia di violenza"

    martedì 1 Febbraio 2022
    ore 20.45
    Correzzana (MB)

    Due serate Lungo il confine orientale italiano, in compagnia di importanti storici come Raoul Pupo ed Enrico Miletto. In occasione del Giorno del Ricordo – ricorrenza istituita dal Parlamento italiano con la Legge N. 92 del 30 marzo 2004 e in memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra (1943-1945) e della più complessa vicenda del confine orientale – il Consorzio Brianteo Villa Greppi organizza due incontri volti a ripercorrere la storia di lungo periodo di un travagliato territorio di confine. Due serate in programma per l’1 febbraio alle 20.45 a Correzzana e il 16 febbraio alle 21 a Casatenovo, curate dal consulente storico del Consorzio Daniele Frisco e inserite nel progetto “Tracce della Storia”.

    Ospite del primo febbraio è uno dei più importanti esperti della questione del confine orientale italiano: lo storico Raoul Pupo, nella sala consiliare di Correzzana il primo febbraio alle 20.45 per parlare del suo ultimissimo libro dedicato al tema, “Adriatico amarissimo. Una lunga storia di violenza” (Laterza).

    Un volume che ricostruisce una panoramica complessiva delle logiche di violenza che hanno avvelenato una terra, quella dell’Adriatico orientale, che è stata uno dei laboratori della violenza politica del ʼ900. Scontri di piazza, squadrismo, persecuzioni, terrorismo, condanne del tribunale speciale fascista, pogrom antiebraici, lotta partigiana, deportazioni, foibe: studiate spesso con un’ottica parziale e all’interno di una storia nazionale ben definita, secondo l’autore queste esplosioni di violenza devono essere indagate da punti di vista diversi, per provare a comprendere le dinamiche di un territorio plurale e oscillato, nel secolo scorso, tra differenti appartenenze statuali.


    Si avvisa il gentile pubblico che gli eventi saranno organizzati in sicurezza.
    Accesso consentito solo con green pass rafforzato e mascherina FFP2 in rispetto della normativa anti-covid. Prenotazione obbligatoria alla seguente email: eventiculturali@comune.correzzana.mb.it

    Sala Consiliare
    via De Gasperi, 7 (Municipio)
    Correzzana

    guarda sulla mappa >

    Cultura
    scarica il depliant
    ingresso libero
    Cultura

Archivio

  • 2021

    Il Novecento delle città europee e Giorno del Ricordo

    Tracce della Storia

    Nel corso del 2020 e del 2021 il Consorzio Brianteo Villa Greppi ha organizzato la rassegna storico-culturale “Il Novecento delle città europee“: un viaggio in sette tappe nella storia del Novecento, dalla Vienna di inizio secolo alla Sarajevo degli anni Novanta. Ideato e a cura del consulente storico Daniele Frisco, il percorso si è articolato in dieci conferenze dedicate a sette città europee – Vienna, Berlino, Parigi, Varsavia, Praga, Londra e Sarajevo – tutte raccontate in un momento fondamentale della loro storia novecentesca.

    > Scarica il pieghevole della rassegna

    La rassegna è partita in presenza e a causa dell’emergenza Covid-19 è in seguito proseguita online. Le conferenze trasmesse sono archiviate e visionabili sulla pagina Facebook (@consorziobrianteovillagreppi) e sul canale Youtube del Consorzio Villa Greppi previa richiesta all’indirizzo info@villagreppi.it.

    _________________________________________

    In occasione del Giorno del Ricordo, il 12 febbraio 2021 il Consorzio Brianteo Villa Greppi ha ospitato online l’incontro con Silvia Dai Pra’, autrice del libro “Senza salutare nessuno. Un ritorno in Istria” (Laterza). L’evento è disponibile sulla Pagina Facebook e sul canale YouTube di Villa Greppi.

    > Qui maggiori dettagli sull’incontro

    • EVENTO ONLINE – TALKIN’ ‘BOUT MY GENERATION: LA SWINGING LONDON E IL CREPUSCOLO DELL’IMPERO BRITANNICO

      Conferenza di Daniele Frisco

      sabato 2 Gennaio 2021
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • EVENTO ONLINE – GLI ULTIMI GIORNI DELL’UMANITÀ: SARAJEVO, DALLE OLIMPIADI ALLA GUERRA (1980-1996)”

      Conferenza di Daniele Frisco

      lunedì 18 Gennaio 2021
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • EVENTO ONLINE – Incontro con Silvia Dai Pra’

      Senza salutare nessuno. Un ritorno in Istria

      Incontro con l'autrice

      venerdì 12 Febbraio 2021
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • EVENTO ONLINE – LA TRAVOLGENTE E TRAGICA BERLINO ANNI VENTI (1920-1933)

      Conferenza di Daniele Frisco

      sabato 20 Febbraio 2021
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    Cultura
    Cultura
  • 2020

    Il Novecento delle città europee e Giorno del Ricordo

    Tracce della Storia

    Nel corso del 2020 il Consorzio Brianteo Villa Greppi ha organizzato la rassegna storico-culturale “Il Novecento delle città europee“: un viaggio in sette tappe nella storia del Novecento, dalla Vienna di inizio secolo alla Sarajevo degli anni Novanta. Ideato e a cura del consulente storico Daniele Frisco, il percorso si è articolato in dieci conferenze dedicate a sette città europee – Vienna, Berlino, Parigi, Varsavia, Praga, Londra e Sarajevo – tutte raccontate in un momento fondamentale della loro storia novecentesca.

    La rassegna è partita in presenza e a causa dell’emergenza Covid-19 è in seguito proseguita online. Le conferenze trasmesse sono archiviate e visionabili sulla pagina Facebook (@consorziobrianteovillagreppi) e sul canale Youtube del Consorzio Villa Greppi.

    _________________________________________

    In occasione del Giorno del Ricordo, l’11 febbraio 2020 il Consorzio Brianteo Villa Greppi ha ospitato nell’Antico Granaio di Villa Greppi lo storico Alessandro Cattunar, protagonista della conferenza dal titolo “Il confine delle memorie”. Autore del volume “Il confine delle memorie. Storie di vita e narrazioni pubbliche tra Italia e Jugoslavia (1922 – 1955)”, prendendo spunto dal suo libro Cattunar ha proposto una narrazione basata su immagini e spezzoni di testimonianze per raccontare la complessa vicenda del confine orientale italiano. Voci, sguardi e racconti di vita quotidiana per mettere in luce una pluralità di narrazioni irriducibili e sottolineare la dimensione soggettiva della Storia della prima metà del Novecento, dall’ascesa del fascismo alla guerra, dalle foibe alle manifestazioni per l’appartenenza nazionale.

    > Qui maggiori dettagli sull’incontro

    • Il confine delle memorie

      INCONTRO CON LO STORICO ALESSANDRO CATTUNAR

      Giorno del Ricordo

      martedì 11 Febbraio 2020
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • IL MONDO DI IERI: LA GRANDE VIENNA DI FINE IMPERO (1900-1914)

      Conferenza di Daniele Frisco

      sabato 3 Ottobre 2020
      ore 18.00
      Camparada (MB)

    • LA TRAVOLGENTE E TRAGICA BERLINO ANNI VENTI (1920-1933)

      Conferenza di Daniele Frisco

      giovedì 15 Ottobre 2020
      ore 21.00
      Casatenovo (LC)

    • LA TRAVOLGENTE E TRAGICA BERLINO ANNI VENTI (1920-1933)

      Conferenza di Daniele Frisco

      lunedì 19 Ottobre 2020
      ore 21.00
      SIRONE (LC)

    • EVENTO ONLINE – IL MONDO DI IERI: LA GRANDE VIENNA DI FINE IMPERO (1900-1914)

      Conferenza di Daniele Frisco

      venerdì 6 Novembre 2020
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • EVENTO ONLINE – FESTA MOBILE: LA PARIGI TRA LE DUE GUERRE (1920-1940)

      Conferenza di Daniele Frisco

      mercoledì 18 Novembre 2020
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • EVENTO ONLINE – LA CITTÀ NOVECENTO. VARSAVIA 1935-1945

      DA CAPITALE DELL’EBRAISMO EUROPEO A SIMBOLO DELLA GUERRA MONDIALE

      Conferenza di Daniele Frisco

      venerdì 27 Novembre 2020
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • EVENTO ONLINE – PRAGA ANNI SESSANTA: LA PRIMAVERA TRADITA (1960-1969)

      Conferenza di Daniele Frisco

      venerdì 11 Dicembre 2020
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    Cultura
    Cultura
  • 2019

    Giù dal Muro e Piazza Fontana

    Tracce della Storia

    Nel corso del 2019 il Consorzio Brianteo Villa Greppi ha organizzato la rassegna storico-culturale Giù dal Muro, pensata in occasione dei trentennale dalla caduta del Muro di Berlino. Si è trattato di un percorso cronologico fatto di 14 incontri dal taglio multidisciplinare e che attraverso conferenze di scrittori, studiosi e giornalisti, presentazioni di libri e proiezioni di film ha attraversato la storia della Germania e dell’Europa della seconda metà del Novecento.

    > Qui è possibile consultare il programma dettagliato

    Dal 2019 e nell’ambito del progetto Tracce della Storia, il Consorzio Villa Greppi promuove anche singoli appuntamenti in occasione di particolari ricorrenze storiche. Per approfondire L’Italia di Piazza Fontana a cinquant’anni da quel drammatico evento, il Consorzio ha infatti ospitato lo storico Davide Conti, consulente dell’Archivio Storico del Senato della Repubblica e della Procura di Bologna. Qui maggiori informazioni sulla conferenza.

    • Berlino e le due Germanie/1: FIGLI DI YALTA. DALLA DIVISONE DELLA GERMANIA AGLI ANNI SESSANTA

      Conferenza di Daniele Frisco

      martedì 1 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Briosco (MB)

    • Intrigo a Berlino

      con introduzione storica

      Proiezione film

      giovedì 3 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Bulciago (LC)

    • Berlino e le due Germanie/2: IL CIELO DIVISO. DALLA COSTRUZIONE DEL MURO AGLI ANNI OTTANTA

      Conferenza di Daniele Frisco

      sabato 5 Ottobre 2019
      ore 17.00
      Sovico (MB)

    • Le vite degli altri

      con introduzione storica

      Proiezione film

      giovedì 10 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Correzzana (MB)

    • Incontro con lo scrittore Francesco M. Cataluccio

      Conferenza

      lunedì 14 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Casatenovo (LC)

    • La scelta di Barbara

      con introduzione storica

      Proiezione film

      giovedì 17 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Usmate Velate (MB)

    • Berlino e le due Germanie/3: UN MONDO CHE CAMBIA. DALLA WENDE ALLA OSTALGIE

      Conferenza di Daniele Frisco

      lunedì 21 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Viganò (LC)

    • Cold war

      con introduzione storica

      Proiezione film

      giovedì 24 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Nibionno (LC)

    • Incontro con il musicista e scrittore Massimo Zamboni

      Presentazione libro e disco

      venerdì 25 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Monticello Brianza (LC)

    • Incontro con il giornalista Ugo Tramballi

      Conferenza

      lunedì 28 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Sirtori (LC)

    • Good bye, Lenin!

      Con introduzione storica

      Proiezione film

      martedì 29 Ottobre 2019
      ore 21.00
      Triuggio (MB)

    • NAZIONALISMI

      Con Andrea Pipino

      Presentazione del libro

      giovedì 7 Novembre 2019
      ore 21.00
      Osnago (LC)

    • SPAZI DI MEMORIA NELLA BERLINO POST-SOCIALISTA

      con Liza Candidi

      Presentazione del libro

      sabato 9 Novembre 2019
      ore 16.30
      Veduggio con Colzano (MB)

    • Giù dal Muro

      di e con Simone Savogin

      Spettacolo

      sabato 9 Novembre 2019
      ore 21.00
      Cassago Brianza (LC)

    • L’Italia di Piazza Fontana

      Con Davide Conti

      Conferenza

      mercoledì 11 Dicembre 2019
      ore 21.00
      Bulciago (LC)

    Cultura
    Cultura