Scuola di Musica
Antonio Guarnieri

La scuola di musica, fino al dicembre 2016 conosciuta come Civica Scuola di Musica di Casatenovo, è oggi dedicata al grande direttore d’orchestra, violoncellista e compositore Antonio Guarnieri.
L’intitolazione è stata così motivata dal Presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi, Marta Comi, in occasione della celebrazione dei trent’anni della scuola: “Un nome è qualcosa che si dà alla nascita perché è un augurio di significato e d’identità, nomina un futuro che ancora non c’è ma che si vorrebbe prefigurare. Un nome, a trent’anni, è una scelta. Significa conoscere e distinguere le proprie caratteristiche, le aspirazioni, la riconoscenza, dove depositare la storia e tracciare il futuro. È un impegno, la consapevolezza di un desiderio, di un compito. È proporre a bambini come poter immaginare, raccontare e ricordare la scuola, è dire loro dove poter cercare le radici, la guida e l’ispirazione per la passione.”

Forte della sua storia trentennale è oggi un’importante realtà che svolge un’azione culturale ad ampio raggio. Opera nell’arco tra l’istruzione musicale di base e professionalizzante e l’organizzazione di eventi culturali di rilievo e risonanza nazionale.
È diretta dal Maestro Massimo Mazza, ha attualmente oltre centosettanta iscritti e conta su sedici insegnanti.

“Avevo sette anni quando andai per la prima volta al Teatro alla Scala di Milano. Quando mi sono affacciato al parapetto del loggione, che è la fila di posti più vicina al soffitto, ho visto dall’alto, piccolissimi e lontani, tanti musicisti e un uomo che, agitando il suo ditino, scatenava suoni meravigliosi. Si trattava dei Notturni di Debussy […]; in particolare mi colpì la musica del secondo notturno, Feste, con un suono di trombe che arriva in crescendo da molto lontano, come una magia. Arrivato a casa, ho chiesto chi era quel piccolo omino che stava su una pedana rossa e sembrava onnipotente: era un grande direttore d’orchestra, Antonio Guarnieri.”
Claudio Abbado, La casa dei suoni, Babalibri, 2007.

> leggi la biografia di Antonio Guarnieri scritta da Michele Selvini per Edizioni MC

> leggi la biografia di Antonio Guarnieri da Wikipedia

Insegnamenti strumento

Violino
Viola
Violoncello
Flauto
Clarinetto
Tromba
Trombone
Canto lirico
Chitarra
Pianoforte
Sax
Percussioni

Insegnamenti complementari

Teoria e solfeggio
Armonia
Storia della musica
Composizione
Propedeutica
Propedeutica strumentale

Organici ed ensemble della scuola

Tre quartetti
Orchestra
Orchestra di chitarre
Clarionet ensemble
Coro

Strumenti e dotazioni della scuola

1 pianoforte mezza coda Yamaha C3
6 pianoforti verticali
2 timpani
2 batterie
1 contrabbasso
1 contralto buffet
1 strumentario ORFF
1 spinetta SASSMAN
1 violino
4 violoncelli 3/4
1 violoncello 4/4
2 archetti per violoncello
1 chitarra Alhambra

La scuola è inoltre dotata di una biblioteca e un’audioteca funzionali all’attività didattica.

Per l’insegnamento sono disponibili nove aule, una biblioteca, una sala d’ascolto attrezzata per audio e video, un salone per le esercitazioni orchestrali e corali e i saggi di classe.
Nel parco della villa, sull’area delle vecchie scuderie, si trova un auditorium con duecento posti che la scuola utilizza per le manifestazioni di maggior richiamo.

Il direttore e i docenti

Organizzazione

L’organizzazione degli studi ricalca in buona parte quella dei Conservatori statali anche se l’assenza di vincoli di programma ha permesso di sviluppare tutta una serie di metodi sperimentali per lo studio di alcune materie come il solfeggio e per l’insegnamento di pianoforte.
È possibile seguire un corso regolare di studi che va dall’inizio fino al diploma di Conservatorio.
L’utenza non è costituita solo da coloro i quali intendono diplomarsi. La Scuola conta tra i suoi allievi molti adulti che si avvicinano allo studio di uno strumento o che riprendono a studiare dopo un’interruzione più o meno lunga.
Gli allievi ricevono un’ora settimanale di lezione individuale di strumento e seguono contemporaneamente un corso collettivo, a piccoli gruppi, di solfeggio. Fin dai primi anni sono tenuti a partecipare alle lezioni di esercitazioni corali una volta la settimana per due ore.
Durante l’anno ci sono due momenti di esame per tutti gli allievi. Una prima verifica tra gennaio e febbraio e un esame davanti a una commissione a fine anno per il passaggio di corso.
Se gli allievi hanno intenzione di dare esami in Conservatorio l’esame di giugno si svolge alla presenza anche di un commissario esterno appositamente invitato che è un insegnante di Conservatorio o un concertista di chiara fama.

“La scuola di musica del Consorzio Villa Greppi è una realtà con alle spalle una storia consolidata, fatta di grandi soddisfazioni. L’istituto ha, nel corso della sua lunga attività, diplomato musicisti di altissimo livello: almeno un centinaio di loro sono infatti attualmente membri di importantissime istituzioni musicali, dall’Opera Bastille di Parigi al Teatro alla Scala di Milano.
Seguiamo un’impostazione classica, ma caratterizzata da un metodo di insegnamento che è nel corso del tempo divenuto vero marchio di fabbrica: due, infatti, i pilastri che stanno alla base dell’apprendimento, ossia il fare musica rigorosamente e sin dai primi passi insieme e l’insegnamento attraverso il canto. Tutti gli allievi sono sin da subito inseriti in gruppi, dagli ensemble più piccoli alla vera e propria orchestra. Un metodo, questo, che si è rivelato ottimale e che garantisce una scarsissima dispersione scolastica. In più si sceglie di insegnare la musica attraverso il canto, proprio come succede in molte ottime realtà dell’est europeo.”
Il Direttore Massimo Mazza

Sede

La cinquecentesca Villa Mariani d’Adda, di proprietà del Comune di Casatenovo, è concessa in uso al Consorzio Brianteo per ospitarvi la scuola di musica. Si trova in via Carlo Buttafava a Galgiana di Casatenovo.
Il primo intervento di costruzione è stato eseguito da Erasmo d’Adda, figlio del banchiere Rinaldo d’Adda di Olginate, primo esponente dei marchesi di Pandino, che aveva acquisto la proprietà nella prima metà del Cinquecento.
La singolare costruzione è formata da due fabbricati posti uno di fronte all’altro, separati da un piccolo cortile, completati da un’ampia struttura rustica adibita a stalla.
Gli interni e il parco sono stati più volte modificati, fino al più significativo intervento settecentesco che l’arricchì dei giardini all’italiana, delle terrazze e delle gradinate con le statue in pietra.
La decorazione in stile neoclassico degli ambienti nobili si deve ai conti Nava, divenuti proprietari nel 1771. A partire dal 1824 la villa ebbe diverse proprietari, sino ad essere donata, nel 1963, all’istituto milanese dei sordomuti e poi, dopo una lunga fase di abbandono e degrado, entrò nella disponibilità del Comune di Casatenovo che, dal 1986, ne avviò il restauro e ne decise l’attuale destinazione di sede della scuola di musica, successivamente trasferita in gestione al Consorzio Brianteo Villa Greppi.

> leggi l’approfondimento sul restauro della Villa

Informazioni e iscrizioni

La Scuola di Musica Antonio Guarnieri del Consorzio Brianteo Villa Greppi, si trova a Casatenovo, in località Galgiana, in via Carlo Buttafava 54, cap 23880.
Le iscrizioni ai corsi sono aperte dal mese di giugno a tutto il mese di settembre di ogni anno, a seguito di un colloquio orientativo con il direttore della scuola, da fissare su appuntamento.

Per informazioni:
Scuola di Musica Antonio Guarnieri T 0399206926
mail: scuoladimusica@villagreppi.it